venerdì 31 agosto 2012

Guardati: La versione di Barney (2010)

Un ricordo lungo una vita.



Regia: Richard J. Lewis
Nazione: Canada
Versione: DVD



Tratto dal romanzo omonimo di Mordechai Richler, La versione di Barney è il racconto della vita di Barney Panofsky, narrata alternando ricordi di vita passati allo svilupparsi della vicenda scatenante (la morte misteriosa del suo più caro amico). Ed è proprio nel passato che il film prende corpo, svelando tutte le tragedie, le dissolutezze, i fallimenti ed il grande amore dell'impacciato, goffo e contraddittorio Barney, interpretato da un meraviglioso Paul Giamatti (i suoi occhi parlano più di mille pagine di dialoghi). Non è difficile rimanere sconcertati ed al contempo ammaliati dalle spiazzanti reazioni del protagonista, sempre pronto ad assolversi ma segnato da profonde cicatrici emotive, annegate in un mare d'alcool, eccessi e sensi di colpa. Al fantastico Dustin Hoffman spetta il compito d'interpretare il padre di Barney, un poliziotto ebreo in pensione estremamente tagliente ed irriverente, unico punto fermo nella tumultuosa vita del protagonista. Ed è proprio grazie all'interpretazione d'alta scuola degli attori coinvolti che il film trova la strada giusta, quella che porta all'attenzione dello spettatore, conducendolo per mano verso un finale che riesce in qualche modo a commuovere, nonostante l'eccessiva impennata di "sentimentalismo giusto" della sequenza finale. Si ride a denti stretti, solo alcune volte per allegria, ed il film scorre via piacevolmente, lasciandosi dietro un buon sapore agrodolce, perdonandolo a cuor leggero per alcune, obbligatorie ("deve pur sempre vendere, no?") semplificazioni e banalizzazioni.

Un buon film che, per mancanza di coraggio, deve accontentarsi di restare tale.

NOTA:
Io non ho letto il romanzo di Mordechai Richler e nel web tutti i fans dello scrittore canadese accusano gli sceneggiatori del film di una quasi totale mancanza di fedeltà all'opera originaria, colpevoli di aver realizzato una versione "per famiglie gentili" del ben più forte, controverso e caustico lavoro di Richler. La cosa non mi sorprende, avevate forse dei dubbi?



La versione di Barney
Trailer italiano



Post precedente nella sezione Guardati: Melancholia (2011)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...