venerdì 29 aprile 2016

Giocati: Techno Trancer (2013)


2013 | GIGA-RENSYA | Android | Play Store



"Io blasto giapponese."


Non c'è niente da fare, quando si parla di shooting game, non posso che gridare a tutto il mondo (ehm...) che i giapponesi hanno una minchia effettivamente più grande. Non è tanto una questione tecnologica, ma proprio un feeling di gioco diverso, più profondo, "giusto". Questo non vuole essere un discorso assolutistico e tristemente banale (perché di cagate brutte ne è pieno pure il Giappone, eh), ma un pensiero maturato nel corso degli anni trascorsi a giocare a questa (bellissima) branchia del gaming. Prendete questo Techno Trancer (Rev 3.0): minimale, semplice e potenzialmente ripetitivo e pubblicato su mobile (benvenuta dissenteria fulminante). Eppure, una volta avviato, noti che il cuore è forte e pulsante, fedele alla scuola dei buoni bullet hell. 
L'intera esperienza è pensata per una fruizione portatile, ma la gestione delle partite passa per la comprensione di tre semplici principi, interconnessi in maniera magistrale.

Vado ad elencarveli (siore e siori!):
  1. In seguito alla distruzione dei nemici verranno rilasciati dei globi che serviranno a rimpinguare l'apposita barra dedicata al "super sparo", fondamentale per trasformare l'inferno di proiettili in una pioggia dorata di punti.
  2. I nemici, prima di crepare, sparano proiettili che, se venuti a contatto con un cerchio d'energia posto attorno alla navicella del giocatore, rallentano la propria corsa, permettendo la schivata dei medesimi.
  3. Utilizzando il doppio tap, si potrà far esplodere il cerchio che ci circonda riflettendo tutti i colpi nemici presenti al suo interno, lasciandoci pericolosamente scoperti per un breve lasso di tempo.
Ebbene sì, il gioco è tutto questo, ripetuto fino alla morte, con il solo, unico e regale appagamento dato dal punteggio ottenuto a fine partita (la classifica è in locale). Ma dove i GIGA-RENSYA non hanno sbagliato è proprio nella gestione del ritmo di gioco e nella ricompensa ottenuta utilizzando un'approccio aggressivo, più rischioso ma visceralmente più appagante e completo.

Techno Trancer è la soluzione ideale per defecare con stile, sulle note di una colonna sonora ipnotica e tamarra che accompagna schivate millimetriche su cumuli d'odio nemico.

Consigliato senza riserve.


PRO:
- Sinestesia danmaku a basso prezzo.
- Il punteggio è vostro signore.

CONTRO:
- Gli sparatutto vi fanno schifo (ERETICI!).
- Giocare su smartphone è brutto (come non darvi ragione?).



PAGELLA DELL'AMORE
Estetica: 6/10 | Audio: 7/10 | Tecnica: 7/10 | Divertimento: 8/10



Per acquistarlo:
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...