lunedì 2 febbraio 2015

Guardati e Giocati: Short Peace, Ranko Tsukigime's Longest Day (2014)


2014 | Sunrise, Shochiku, Crispy's Inc. e Grasshopper Manufacture | PlayStation 3




"Ho il Giappone negli occhi (e nelle mani)"


Gli Occhi del Giappone
Katsuhiro Ōtomo è un figo, pochi cazzi. Creatore di quel capolavoro senza tempo che risponde al nome di Akira, ha impresso in maniera indelebile l'immaginario sci-fi collettivo, tratteggiando con maestria regole e convenzioni stilistiche ancora in auge. Ed è proprio dall'omonimo lavoro di Ōtomo (datato 1979) che questo Short Peace prende il via, coinvolgendo nell'intero progetto nomi illustri dell'animazione nipponica. Quattro cortometraggi sontuosi (con l'apripista Possessions nominato all'Oscar per il miglior cortometraggio d'animazione), che stupiscono per ricercatezza artistica, realizzazione tecnica e potenza comunicativa (Gambo è da brividi), affreschi in movimento che, pur attingendo a piene mani dal tipico immaginario fantastico/fantascientifico nipponico, riescono a svecchiarne la formula con estrema eleganza e sensibilità.


Le Mani del Giappone
Ma non di sola animazione si compone Short Peace, presentando un quinto atto che utilizza il videogioco come veicolo espressivo prioritario. Crispy's Inc e Grasshopper Manufacture omaggiano il Maestro con Ranko Tsukigime's Longest Day, run n' gun minimalista farcito di sequenze animate e follie assortite. Nonostante l'eccessiva semplicità dell'infrastruttura ludica, il gioco riesce a divertire sfruttando meccaniche ben rodate che fanno del tempismo e della velocità d'esecuzione il cardine di tutta l'esperienza. Nessuna pretesa di boriosa complessità ma solo tanto stile e un sano, furioso ed eccentrico turbinio di salti ed attacchi fulminei.


Short Peace: Ranko Tsukigime's Longest Day è un guizzo di splendida meraviglia giapponese, un cocktail di follia e genio artistico che non lascerà indifferenti tutti gli amanti dello stile nipponico.








SCHERMATE







Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...