mercoledì 11 settembre 2013

Giocati: Hard Corps - Uprising (2012)

Arc System Works resuscita il cadavere di Contra.


Titolo: Hard Corps - Uprising
Anno: 2012
Sviluppo: Arc System Works
Pubblicazione: Konami
Piattaforma: Xbox 360
Formato: Digital (Xbox Live Arcade)
Genere: Run 'n' gun




Contra (o Probotector) ha segnato, in maniera traumatica, la mia giovinezza videoludica. Prima su NES e successivamente su Megadrive, i titoli della serie Konami mi hanno fatto comprendere il forte valore catartico della bestemmia furente, l'imprecazione liberatoria sorta dai più reconditi recessi del subconscio, frustrato e beffeggiato dalla difficoltà micidiale dei suddetti giochi. Con il passare degli anni ho ancora ricordi vividi di quelle giornate fatte di piccoli passi avanti e delle successive morti, delle ripetizioni a catena necessarie per entrare alla perfezione nel gameplay, ingranaggio funzionante di un meccanismo rigido ma perversamente appagante. Hard Corps: Uprising arriva sulle console di questa generazione dopo anni di totale abbandono dello storico brand (l'eccezionale Contra 4 per Nintendo DS, uscito nel 2007), affidato da una scettica Konami nelle sapienti mani degli Arc System Works, e mai scelta più felice poteva capitare a tutti gli orfani della serie. Hard Corps: Uprising prende le meccaniche base dei Contra precedenti elevandoli all'ennesima potenza, grazie all'inserimento di uno sprint (con relativo dash eseguibile in volo) che trasforma la lenta devastazione in una galvanizzante corsa al massacro tutta riflessi e tempismo. Assediati da nemici assortiti e fastidiosi ostacoli ambientali, gettando sguardi fulminei al contatore delle combo, si procede in maniera ostica ma soddisfacente verso lo scontro con i massicci boss di fine livello, pronti ad essere presi a cali nel culo. Le due modalità disponibili (Arcade e Rising) si differenziano in maniera sostanziale. Rising permette di potenziare l'armamentario e le abilità dei personaggi (due compresi nel pacchetto ed altri da scaricare), ammorbidendo il caratteraccio del titolo, mentre la modalità Arcade non lascia scampo: nessuna pietà e tanto trail & error. Ovviamente, parlando di Arc System Works, il comparto tecnico è esente da ogni critica, con eccellenti personaggi in 2D, sfondi in 3D ispirati e molto vari, 60 fps ed una soundtrack tutta chitarre e groove che pompa adrenalina per tutta la durata del titolo.

Hard Corps: Uprising è un prodotto indirizzato ad una nicchia ben specifica, che non potrà che adorarlo/odiarlo alla follia. Astenersi giocatori della domenica.




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...